Carissimi amici della FFB di Rovio,

cosa significa sfamare le folle? Gesù capisce che ci sono diversi tipi di fame: oltre a quella di cibo, c’è anche quella di amore, di parole di salvezza e di vicinanza. Proprio per questo, il Signore provoca i suoi apostoli con parole davvero incisive: “Voi stessi date loro da mangiare” (Lc 9,18). Significa imparare a dare non soltanto quello che si ha, ma anche quello che si è agli altri, per diventare cibo spezzato a favore di chi ha fame di amore e di eternità. Gesù, ancora oggi, chiama tanti uomini e donne a rispondere a questo invito: domenica 17 u.s., nella Chiesa dei Santi Cosma e Damiano, abbiamo celebrato la prima messa solenne di fra Simone Maria Robbiani. Fra Simone è stato ordinato presbitero proprio qualche mese fa, ed è tornato nella sua parrocchia e nel suo paese per dare questo bel segno a tutti i fedeli e alla popolazione: è bello farsi mangiare, dare agli altri se stessi come cibo, anche se qualche volta fa male…

Eravamo davvero in tanti: fratelli e sorelle delle altre FFB, amici, oblati e tanti fratelli e sorelle dei nostri GAD, che hanno voluto stringersi attorno a fra Simone, alla sua famiglia e alla fraternità. La celebrazione di domenica ci ha ricordato che tutti quanti noi, nel nostro stato di vita, possiamo diventare cibo per gli altri: nel proprio ambiente famigliare o lavorativo… Basta mettere un po’ più d’amore in ciò che si fa, ed allora miracolosamente il pane e il vino della gioia e della condivisione di moltiplicano, e tutti possono mangiare a sazietà, per la vita eterna.

La fraternità di Rovio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: