Carissimi amici della FFB di Rovio,
Spesso abbiamo un’idea della Vergine Maria che non corrisponde alla realtà. La immaginiamo come la vediamo di solito: su un piedistallo, ferma, dietro a tante candeline che bruciano davanti a lei e che rappresentano le grazie e le preghiere che le rivolgiamo. E lei lì, ferma ed immobile con gli occhi rivolti al cielo.
Invece, se leggiamo il vangelo, sembra proprio che le cose non stiano affatto così. Subito dopo l’annuncio della sua divina maternità, Maria si mette in viaggio; si pone in movimento, per andare a trovare la sua parente Elisabetta per portarle conforto e aiuto. Da duemila anni Maria Santissima continua a camminare per le strade del mondo, per recarsi proprio dove c’è più bisogno di lei: lì dove non c’è pace, dove manca l’amore per suo Figlio e per i suoi figli…
A cosa può servire una processione? Qualcuno potrebbe pensare che forse non serva poi così tanto. C’è ben altro da fare nel mondo! Eppure, invece proprio una processione ci può ricordare che – assieme a Maria – anche noi siamo chiamati a non stare fermi, a non lasciarci ingannare dalle nostre presunte illusioni spiritualistiche, per andare subito verso gli altri: proprio verso coloro che, seduti nelle tenebre e nell’ombra di morte, attendono la venuta del Salvatore.
Il 13 maggio, come ogni anno, inizieremo di nuovo il ciclo delle nostre processioni mariane, alle h. 21.00. E’ questo uno dei modi più immediati che abbiamo per ricordarci di questa grande verità: non possiamo stare fermi e immobili. La preghiera, quella vera, ci porta a fare proprio come lei e a intraprendere strade che ci avvicinano agli altri e che ci rendono balsamo per le tante ferite dell’umanità.
Ricominciamo, quindi, con rinnovata devozione, le nostre processioni mariane, ogni 13 del mese fino ad ottobre. Facciamolo con fede e con amore, con devozione verso colei che non sta mai ferma, ma che cammina con noi fino ai confini del mondo per portare pace e fede a tutti.

La Fraternità di Rovio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: