Padre Giustino, monaco ortodosso ritratto nella foto, custodisce uno dei santuari più belli e significativi della Terra Santa: il pozzo di Giacobbe. Luogo vicino al quale, secondo il Vangelo di San Giovanni, Gesù incontrò la donna samaritana. SG103616

In Quaresima siamo invitati dalla liturgia a tornare a leggere quel brano, perché è pieno di spunti interessanti per il nostro cammino quaresimale. Le nostre vite, si sa, sono spesso frenetiche e abbiamo davvero poco tempo per fermarci. Ci sono però dei momenti, degli snodi importanti nella nostra vita, nei quali siamo invitati a sostare un attimo, magari vicino a un pozzo, per ristorarci e prendere fiato.

E qui, come se niente fosse, incontriamo Gesù. Egli ci chiede da bere. Ma chi è veramente colui o colei che ha sete? Lui, o non piuttosto noi? Ecco che allora la Quaresima è il momento propizio per scoprire – aiutati dalla parola del Signore  che si ferma a conversare amichevolmente con noi – la sete che portiamo dentro e che di solito non ascoltiamo mai. E’ una sete che ha tanti nomi: amore, pace, tenerezza, relazioni autentiche… Ma la risposta a questi nomi è una sola: Gesù. E’ Lui l’acqua viva che ci disseta.

Noi della Fraternità di Rovio, in questo tempo santo di Quaresima, stiamo cercando proprio di ascoltare la sete profonda che c’è nel cuore di ciascuno di noi, e di coloro che vengono a trovarci e condividono con noi la loro sete esistenziale. Siamo diretti verso il monte della gloria, il Calvario: in questo itinerario quaresimale il Signore ci aspetta, vicino a un pozzo, ed è pronto a parlarci. Beati sono coloro che hanno il coraggio di fermarsi e di ascoltare questa voce. Quel pozzo diviene una sorgente da cui sgorga l’acqua viva per noi e per tanti altri.

Buon cammino di Quaresima

La FFB di Rovio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: