Carissimi amici della Fraternità Francescana di Betania di Rovio,

perché ci si mette in cammino per compiere un pellegrinaggio? I motivi, apparentemente, possono essere tanti: qualcuno lo fa per chiedere una grazia, qualcun altro per ritrovare se stesso e per avere dei momenti di preghiera più intensi, e così via. In realtà, il punto focale è che di solito – che ne siamo consapevoli o meno – s’intraprende un pellegrinaggio per un motivo molto semplice: abbiamo nostalgia. Cerchiamo cioè quella pace che il mondo non può darci, e sappiamo in cuor nostro che l’unico a potercela dare è Dio. Questa nostalgia non è negativa; anzi, è come una luce che ci guida nel buio e una sete che ci porta a bere dalla fonte. E’ soprattutto nostalgia di un incontro, di una persona che possa dirci parole di pace e darci conforto. Per questo, un gruppo di pellegrini partiti da Bari e dalla Svizzera si sono recati a Medjugorje in pellegrinaggio dal 21 al 26 agosto u.s., guidati da questa nostalgia, e soprattutto dal desiderio di incontrare colei che ci porta a Gesù: sua Madre. Medjugorje è il luogo in cui la Madre di Dio ci parla, e soprattutto ci porta a Colui che è la fonte della pace. Sono stati giorni intensi in cui si sono alternati momenti di preghiera, di riflessione e catechesi, e anche momenti di intensa comunione e fraternità. Soprattutto la salita alla collina del Podbrdo e sulla montagna della croce sono stati momenti in cui abbiamo avvertito una grande pace.

Maria SS.ma ci ha chiesto di lasciare tutti i nostri pesi e le nostre croci ai piedi di quella grande croce, per poter scendere rinnovati e rafforzati dal monte. Un grazie a tutti coloro che hanno partecipato al pellegrinaggio; un grazie particolare alla nostra GDB Angelica De Martino, che ha documentato tutto il pellegrinaggio con la sua macchina fotografica. Godetevi la gallery in questo post! Siete tutti invitati al prossimo pellegrinaggio!

La fraternità di Rovio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: